La collezione firmata Maurizio Miri e presentata a Pitti Immagine 95. Una collezione che mette in scena la sana follia che consente di sovvertire gli ordini precostituiti. Prende vita un nuovo stile maschile che, attraverso la contraddizione e l’ossimoro, disegna un percorso liberatorio. Così l’intelato, ovvero l’eccellenza sartoriale, diventa l’anima pura e nobile della “giacca da clochard”, consunta, sfilacciata, distrutta, al suo interno nasconde un’anima sartoriale d’eccellenza, l’eccellenza di Maurizio Miri.

Il designer bresciano invita quindi ad entrare nella “sua” casa dei folli, un club speciale dove nessuno cerca guarigione e dove anzi è benvenuto chi è alla ricerca di un nuovo linguaggio, che vada finalmente oltre i luoghi comuni. Alla giacca intelata e ad una scelta di tessuti top di gamma, si aggiungono precise scelte di stile. Così l’abito non è più qualcosa di esterno da sé, ma è come se raccontasse una storia già vissuta.