Lo stylist e fashion consultant più eclettico del panorama internazionale, torna al FuoriSalone (Milano, dal 9 al 14 aprile) per presentare la sua seconda collezione di tessuti da parati deluxe con cui “vestire” ambienti, imbottiti e altri complementi: “Simone Guidarelli Walldesign”

Marchigiano, ironico e autoironico, molto social (i suoi “scatti a colazione” su Instagram fanno tendenza), autentico appassionato di viaggi e di danza contemporanea, Simone Guidarelli dedica la sua vita alla bellezza e all’audacia nella moda. Collabora da anni con importanti magazine, lavora con i grandi nomi della fotografia: David Bailey, Giovanni Gastel, Douglas Kirkland, per citarne alcuni in rigoroso ordine alfabetico; intuisce istintivamente e interpreta i gusti delle celebrities, che avvolge in look colmi d’amore e di dedizione. «Ho più progetti che vite», dice: «E un sogno: unire tutti i mondi che amo, in un gioco di contaminazioni. Il fashion, certo, ma anche la poesia, lo storytelling e, soprattutto, il lifestyle».

Così, la creatività esuberante di Simone Guidarelli si consolida nell’arredo e nel design. Il suo universo immaginifico continua a contagiare la casa con una nuova linea di “rivestimenti” _dai pattern ipnotici, motivi e colori romantici, in una fresca reinterpretazione degli iconici disegni tessili del Fondo Renzo Brandone, custoditi nell’archivio della Fondazione Fashion Research Italy (FRI) di Bologna.

Quattro fantasie tutte stampate su tessuto misto-seta poi accoppiato alla carta, tutte dalle finiture di massimo livello. I disegni sono ispirati alla natura, alla quale Simone Guidarelli è da sempre molto legato: fiori esotici, gorilla che si arrampicano sinuosi tra le rose, elefanti che spargono fortuna e aironi che sembrano sospesi tra boccioli déco. I colori principali che ospitano le fantasie: celeste polvere, corallo, rosa cipria, nero chiaro di luna, lilla, acquamarina. È il mondo classico del lampasso e delle decorazioni che si fanno moderni e di grande impatto in un’ottica di total look domestico, ri-“vestendo” non solo le pareti, ma anche i cuscini, le abat-jour, i complementi d’arredo fino ad arrivare agli abiti.

In occasione della Design Week 2019 a Milano, Simone Guidarelli presenta un esclusivo co-branding con una delle icone del mondo fashion che ha in poco tempo conquistato l’universo femminile: Elisabetta Franchi. Da sempre appassionata all’arredamento, Elisabetta non perde occasione di approcciarsi a questo mondo facendo convergere fashion e design, scegliendo una delle quattro nuove stampe dei tessuti da parati “Simone Guidarelli Walldesign”, come pattern dell’inedita Capsule Collection. Fiori esotici, foliage e farfalle sbocciano e si posano su un minidress smanicato, un abito fluido, una camicia in doppia georgette, un blazer dal taglio maschile, un pantalone a vita alta e a sigaretta. Cinque modelli iconici del brand in vendita in esclusiva durante la Design Week 2019 nella Boutique Elisabetta Franchi, in Via Manzoni 37, che ospiterà anche il cocktail di presentazione il giorno 10 aprile, dalle ore 18 alle 21 con DJ set a cura di Thomas Constantin