Blois_© Atout France/Michel Angot
Clos Lucé © LdeSerres

Anche la Francia non poteva fare a meno di celebrare il genio di Leonardo da Vinci, che arrivò ad Amboise, nella Valle della Loira, nel 1516, dove visse i suoi ultimi tre anni nel castello di Clos Lucé, vicino alla corte del re.

A 500 anni dalla morte, un fitto calendario di eventi per tutti i gusti e le età – tra arte, architettura, estetica, innovazione, riflessione umanistica, gastronomia e scienza- permetterà a tutti i visitatori di tuffarsi nel più autentico spirito del Rinascimento.

L’11 di maggio, nel borgo di Candes-Saint-Martin, in occasione di Parfums et cosmétique de la Renaissance, si potranno apprezzare baumes (profumi tradizionali), waters(una nuova tendenza dell’epoca) e pomanders(gioielli profumati indossabili), assistere a un concerto, partecipare a un cocktail (durante il quale verrà servito un aperitivo alla rosa creato dallo stesso de Barry), visitare il Cabinet de curiositése partecipare a un laboratorio olfattivo sui profumi rinascimentali.

Dal 14 giugno fino al 31 dicembre, presso il castello di Chambord ci si potrà immergere nella vera atmosfera rinascimentale grazie alla riqualificazione e al restauro delle aree interne seguiti da Jacques Garcia. L’architetto e interior designer ha infatti ricreato l’autentica atmosfera che caratterizzava gli interni del castello al tempo di Francesco I.

Francia_Leonardo_Castello_di_Amboise ©AB_FondationStLouis
Amboise © D.Darrault
Les ateliers de Léonard de Vinci au Château du Clos Lucé © Château du Clos Lucé - Léonard de Serres

Il 22 giugno, a Noirlac, un concerto sulle rive della Loira: l’atmosfera sonora naturalmente creata dal fiume – e sapientemente catturata dal musicista Boris Jollivet, specializzato in suoni della natura – farà da eco alle famose opere cantate dall’Ensemble Jacques Moderne. Questo dialogo multiforme tra musica strumentale e digitale, storia e futuro, natura e cultura, svelerà al pubblico un modo di intendere la musica totalmente nuovo. 

Dal 29 giugno al 7 settembre l’architettura della Galleria Nazionale di Tours sarà lo sfondo per una composizione artistica fatta di suoni e luci, che proietterà i visitatori nel cuore del Rinascimento alla scoperta delle tante storie che questa epoca ci può ancora raccontare.

Gli amanti della vita all’aria aperta potranno celebrare l’epoca di Leonardo anche attraverso eventi pensati per apprezzare paesaggi, giardini e natura. Fino al 31 ottobre, per esempio, è possibile partecipare alle crociere lungo il fiumi Cher, affluente della Loira: un romantico percorso tra boschi e vigneti, da cui ammirare il sontuoso Château de Chenonceau e scoprire da vicino il funzionamento dell’ingegnoso sistema di dighe e chiuse, in parte inventate proprio da Leonardo da Vinci.

A partire dal 25 maggio, fino a fine anno, sarà possibile ammirare la nuova concezione paesaggistica del parco del castello reale di Blois (i cui giardini, considerati i primi del Rinascimento, furono creati da Luigi XII e Anna di Bretagna): tra contemporaneità e storia, il progetto su più livelli offre oggi una eccezionale vista panoramica sulla città vecchia e sulla Loira.

Per lasciarsi incantare dal fascino aristocratico della notte, gli appuntamenti sono due: a Chaumont-sur-Loire e a Villandry. Nel primo caso, durante tutte le sere di luglio e agosto, il Festival Internazionale dei Giardini di Chaumont- sur-Loire incanterà i visitatori con giochi di luci, colori e riflessi realizzati da ingegneri esperti di illuminotecnica. I giardini si trasformeranno in un paesaggio misterioso e incantato, dando vita a scorci inusuali dall’aspetto onirico e rarefatto, con movimenti di ombre giganti e flebili riflessi. L’appuntamento a Villandry è invece dal 5 luglio al 3 agosto: le Nuits des Mille Feux illumineranno con oltre duemila candele i giardini del castello. E tra passeggiata in costume, spettacoli e fuochi d’artificio, in così tanta bellezza, brilleranno di certo anche gli occhi dei visitatori.

 

Chenonceau ©D-Darrault_CRTCentreVdL