fbpx

CONOSCI IL TUO SENO 

COME PRENDERSENE CURA PER IL PROPRIO BENESSERE

Il seno è un organo, ma è anche «un mondo intero, è un simbolo e un centro di emozione, sentimento, parole, gesti, nutrimento, genitorialità, sensualità, pensiero razionale, poesia, rappresentazione di genere», per questo evoca in tutti, indistintamente, un caleidoscopio di sensazioni e immagini.  Quello che molti non sanno, però, è che «la senologia è nata in Italia», a partire dagli studi sulla quadrantectomia effettuati negli anni Settanta all’IEO, l’Istituto Europeo di Oncologia fondato da Umberto Veronesi, di cui Alberto Luini è stato per trent’anni il braccio destro. Forte di questa decennale esperienza, l’autore ci porta in un viaggio alla scoperta di un organo che non è, come si pensa, soltanto femminile. Emerge, fin dall’iniziale descrizione dell’anatomia e della morfologia del seno, la sua importanza, sia dal punto di vista sia fisiologico che da quello relazionale.

Scopriamo così come cresce e come si evolve passando dall’infanzia all’adolescenza, fino alla maturità, come adempie alla funzione primaria di allattare, cosa gli accade durante e dopo la menopausa, e, infine, come si ammala, in particolare quali sono i vari tipi di tumore e quali le terapie più innovative oggi a disposizione per curarli. A questo proposito Luini sottolinea in primo luogo l’importanza della prevenzione, che implica non solo l’attenta adesione agli screening clinici, ma, soprattutto, l’impegno a condurre una vita sana, lontana dai nemici del seno – alcol, fumo, stress, sovrappeso –, ma niente affatto priva dei piaceri dell’esistenza, dal cibo, allo sport, all’eros.

«L’obiettivo è concentrarsi sull’equilibrio psicofisico, sull’armonia del corpo e della mente» sottolinea l’autore, poiché «il corpo non è un oggetto neutro e impassibile», ma anzi reagisce agli stimoli interni ed esterni, per esempio all’inquinamento o alla luce solare, all’ansia, alle frustrazioni o alla serenità. Questo principio, aggiunge Luini, deve fungere da guida non solo quando il seno si ammala ma, soprattutto, dopo gli interventi terapeutici messi in atto per curarlo, perché con tutte le ansie e i timori che accompagnano una diagnosi di tumore diventa fondamentale guarire non solo «fuori», ma anche «dentro». Tutti «dovrebbero concentrare maggiormente l’attenzione su uno stato di equilibrio, quindi di salute: è la prima terapia a disposizione di ogni paziente».

CONOSCI  IL TUO SENO 

AUTOR |Alberto Luini_  

PAGINE |  168 

EDITRICE | Mondadori

PREZZO | 18,00 EURO

L’OMBRA DEL CATTIVO

Da Terramare a Narnia, da Harry Potter a Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, passando per Il Signore degli Anelli, in ogni saga che si rispetti oltre al protagonista non può mancare l’antagonista, il cattivo di turno che si oppone all’eroe. Le qualità dell’eroe emergono proprio grazie al suo naturale contraltare: l’antagonista, ossia il Cattivo per eccellenza. Tuttavia, non basta essere solo il nemico del protagonista per diventare un Cattivo capace di restare impresso nella mente del lettore o dello spettatore e, soprattutto, di tramandarsi per generazioni, entrando a volte a far parte dell’immaginario collettivo. Quali sono, dunque, gli ingredienti che trasformano un tale personaggio nell’essenza del Male o della Paura per antonomasia?

Questa antologia di saggi prova a rispondere a questa domanda esaminando come l’antagonista sia stato sviluppato in dieci famose opere di genere fantastico e nelle loro relative traduzioni su piccolo e grande schermo.
A cura di Marina Lenti.

Saggi
Maria Cristina Calabrese, Scegliere di essere cattivo (Harry Potter)
Paola Bruna Cartoceti, La triade oscura delle quattro terre (La saga di Shannara)
Cristina Donati, Alla ricerca del più cattivo (La Spada della Verità)
Pia Ferrara, I nemici della Polvere (Queste Oscure Materie)
Martina Frammartino, Avversari ed estranei: quando i nemici non sono tutti uguali (Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco)
Luca Fumagalli, Il volto oscuro di Narnia (Le Cronache di Narnia)
Paolo Gulisano, Nella terra di Mordor, dove l’ombra cupa scende (Il Signore degli Anelli)
Marina Lenti, Mulgarath, il parente povero della genìa orchesca (Le Cronache di Spiderwick)
Chiara Nejrotti, Le tenebre come ombra e doppio (Terramare)
Luisa Paglieri, Mondi di inchiostro e ombre punitive (Cuore d’Inchiostro)

 

PREZZO | 16,0 EURO