fbpx

Sempre più a ritmo lento e sempre più verde, con tante novità da scoprire anche nella stagione invernale. La Costa Azzurra si presenta sempre più accogliente e in linea con la nuova filosofia focalizzata sullo “Slow Tourism”, con idee per vivere week-end a ritmo lento, a piedi, in bicicletta, a cavallo, anche a bordo di un treno a vapore. Tante le possibilità, dalla Strada della Mimosa, alla novità delle Micro-Avventure in Costa Azzurra, sono numerose le avventure in versione ridotta e di breve durata da prenotare, che richiedono poca preparazione e poco budget e puntano a un turismo più sostenibile.

Ecco allora che Antibes-Juan-les-Pins, città ecologica dal 2019, invita a scoprire i suoi giardini, in particolare il giardino botanico di Villa Thuret, il sentiero Tire-Poil intorno al Cap d’Antibes, e il prossimo Week-end del Design e delle Arti il 3-5 dicembre 2021. Biot, insignita del marchio «Ville et Métiers d’Art» dal 1997, capitale del vetro contemporaneo in Francia, e animata da tanti artisti, propone botteghe e mercatini provenzali e il verde del Parco della Brague.

Antibes-Juan-les-Pins
Biot

Cannes ha appena ottenuto, il 22 ottobre, il titolo di “Migliore destinazione europea di festival ed eventi” ai World Travel Awards 2021, gli Oscar del turismo, e propone week end pass per brevi vacanze slow e il nuovo eccezionale ecomuseo sottomarino. Mentone, fra Riviera e Valle delle Meraviglie, offre visite sul tema del limone, il frutto simbolo, oltre alla famosa Festa del Limone dal 12 al 27 febbraio. E tour ecologici in bici elettriche e a idrogeno, lungo la costa e verso i rilievi.

Cannes
Mentone

Grasse, la capitale dei profumi, e il suo territorio, invitano alla scoperta del Museo Internazionale della Profumeria, delle località sciistiche dell’Audibergue e Gréolières e della Riserva biologica dei Monts d’Azur, 700 ettari di natura dove convivono, in libertà, il bisonte europeo, cervi, caprioli, camosci, l’aquila reale. Saint-Paul de Vence, rifugio “slow” per gli amanti dell’arte e della storia, propone un tour in realtà aumentata del villaggio, un vero viaggio nel tempo con l’aiuto di un tablet, e il nuovo percorso d’interpretazione delle fortificazioni volute da Francesco I.

Grasse
Saint-Paul de Vence

Roquebrune-sur-Argens conserva il fascino del suo villaggio millenario e il borgo marino di Les Issambres, con la talassoterapia, le passeggiate nella natura, l’inedita “Balade Terroir” un itinerario del territorio per scoprire il quartiere della Bouverie e i suoi vigneti e apicoltori in minicar elettrica e il nuovo museo Maison de la Préhistoire. Villeneuve-Loubet, luogo natale del grande chef Auguste Escoffier (la sua casa è diventata museo), propone tanti itinerari green: lungo il piccolo fiume Loup, sito protetto, sulla costa lungo la famosa Marina Baie des Anges, a piedi e in bicicletta, e dal litorale al cuore del villaggio, nel verde.

Roquebrune-sur-Argens
Villeneuve-Loubet

Nizza Metropoli propone di percorrere i 42 km della prima GR de Pays des Alpes Maritimes, Lou Camin Nissart. E poi a scoprire le tradizioni gastronomiche all’Atelier Cuisine Niçoise, i quartieri e le architetture entrate nel Patrimonio Unesco, i musei, a cominciare dal MAMAC, oltre all’itinerario di mountain-bike Nizza-Auron, dal mare alle vette del parco del Mercantour.

Per chi non rinuncia agli acquisti, non manca un weekend di shopping a CAP3000, centro commerciale must per lo shopping sostenibile e slow, con Capsule@Cap3000 concept store di marche locali di tendenza, Corso, spazio premium di lusso e design e Corso Collector, il vintage di lusso. E Fragonard, la maison di profumeria di Grasse che celebra il savoir faire e il territorio e lancia nuovi prodotti che rendono omaggio alla capitale, Parigi: l’eau de toilette Belle de Paris e il diffusore Rêve de Paris.

di Elisabetta Canoro