È’ la nuova opera firmata da Fabio Novembre. Un omaggio alle avanguardie artistiche di inizio Novecento e alla poetica metafisica di De Chirico

 

“Nel 1916, per sfuggire all’atroce follia della guerra, un gruppo di ragazzi si fece ricoverare nel centro medico militare di Villa Seminario a Ferrara. Quei ragazzi si chiamavano: Giorgio De Chirico, Carlo Carrà, Alberto Savinio e Filippo De Pisis. Il rifiuto della realtà li portò ad elaborare una realtà alternativa che chiamarono Metafisica. Un mondo fatto di muse e di enigmi, di inquietudini e di incanti”.

Nata nelle fornaci di VENINI e dalla collaborazione tra il designer Fabio Novembre e i maestri artigiani dell’antica vetreria di Murano. L’arte  vetraria VENINI riconosciuta in tutto il mondo anche grazie alla presenza delle proprie creazione in importantissime collezioni permanenti, come nel Metropolitan Museum e del MOMA di New York , la Fondazione Cartier di Parigi e del Victoria and Albert Museum di Londra ,conosce oggi una nuova straordinaria vitalità grazie a nuove collaborazioni con designer di fama internazionale  e riconferma il ruolo di ambasciatrisce nel mondo del made in Italy di qualità.

ph_Silvia Damiani, Fabio Novembre

ph_Silvia Damiani, Fabio Novembre

Muse è il mio omaggio a quei ragazzi”, ha commentato Fabio Novembre. Muse è una collezione di sculture luminose che riprende le poetica Metafisica: come per De Chirico, anche per Novembre il manichino da sartoria, freddo, rigido, privo di emozioni, prende il posto di un essere umano apparentemente inespressivo. Tuttavia, con le pose che assume e il ruolo che gioca nello spazio, il manichino trasmette comunque stati d’animo di inquietudine e di solitudine anche in funzione del colore che lo caratterizza. L’oggetto artistico che ne deriva è enigmatico, silenzioso, straordinariamente evocativo. Un modo unico di raccontare l’Uomo attraverso il design, e con Muse sotto  la forma del vetro soffiatto che nelle mani dai maestri fornaci VENINI diventa subito Arte. Il vetro opalino viene soffiato all’ interno di una struttura metallica reticolare come nella tradizione della lanterna veneziana. L’energia sapientemente controllata è impressa alla materia prima e si alterna alla precissione della lavorazione manuale .

Presentata in tre varianti di colore, erba, lattimo e rosso, in onore dell’eccellenza made in Italy, la collezione Muse è proposta in edizione limitata di solo nove pezzi per colore. La base  della testa è in marmo di Carrara bianco, un ricchiamo all’esperenzia artistica classica, da cui gli artisti metafisici attingevano con generosità.

Dopo i successi di Happy Pills e Murana che sono diventati best seller di VENINI, siamo orgogliosi di confrontarci nuovamente con lo spirito creativo e non convenzionale di Fabio Novembre. Da sempre VENINI si fa promotore di progetti innovativi che, attraverso il design, valorizzino l’antica arte della lavorazione del vetro. Fin dal 1921, anno della sua fondazione, VENINI è riuscita in un’impresa straordinaria, quella di valorizzare l’arte del vetro contribuendo alla definizione della cultura contemporanea. E grandi artisti come, per citarne alcuni, Gio Ponti, Mimmo Rotella, Gae Aulenti, Gaetano Pesce, Tadao Ando, Ron Arad e, appunto, Fabio Novembre, hanno trovato nell’esperienza della fornace le condizioni ottimali per sperimentare nuove frontiere creative”_ha dichiarato Carlo Longagnani, amministratore delegato di VENINI