Alla scoperta del triangolo d’oro della Spagna, un viaggio che parte da Valencia città da forte mix tra avanguardia e storia, con la splendida Cattedrale dove si dice vi sia nascosto il Sacro Graal, dedicata all’Assunzione di Maria, edificata del XIII secolo con la torre del Miguelete e la cappella dei Borgia con due dipinti del Goya. Arrivare a Toledo dove pare che il tempo si sia fermato, chiamata la “città delle tre culture”. Toledo conserva le  tradizioni e i saperi di  antichi legati alle  tre religioni  cristiana, musulmana, ebraica. Storie e leggende millenarie che le vecchie muraglie custodiscono e sussurrano ai passanti.

 

Arrivati a Madrid, la capitale, per visitare la “Madrid degli Ausburgo”, il cuore storico più antico della città, dove si trova la famosa Plaza Mayor e Plaza della Villa . Poi la “Madrid dei Borboni” con le meravigliose fontane Cibeles e Neptuno lungo El Paseo de la Castellana una delle vie più importanti di questa  maestosa capitale. Ammirare le imponenti mura medioevali perfettamente conservate che racchiudono il centro storico di Avila, è uno spettacolo senz’altro da non perdere. Con oltre 80 torri merlettate semicircolari e nove  porte, tra cui  spicca l’arcata di El Alcazar, regala una suggestiva vista alla sera camminando  sui bastioni e ammirando la  muraglia illuminata.  Anche monumenti storici sono stati  catturati per  le favole  Disney e se nono ci credete  basta visitare l’ Alcazar  della città di Segovia, fonte d’ispirazione  per la  favola “la  Bella addormentata”, pero Segovia  non si fa  nottare  solo per questa  impressionante fortezza risalente al periodo della  dominazione  araba. Attraversando da punta a punta la città si trova con le  128 arcate di epoca Traiana  uno  dei monumenti più importanti e meglio conservati tra quelli lasciati dagli antichi romani nella penisola, l’Acquedotto Romano.

La tappa successiva Zaragoza, con uno dei più famosi Santuari di Spagna, La Nuestra Señora del Pilar.  A Zaragoza  vale  la pena non dimenticare  visitare  l’Aljafería, un palazzo moresco dell’XI secolo, palazzo che nel tempo ha  assunto varie  funzione tra queste, palazzo dei Rei Cattolici. Infine la “Ciudad Condal”, Barcellona, con il quartiere Gotico (Barri Gòtic) dove si trova la Cattedrale della santa Croce e Sant’ Eulalia, il Palazzo del Governo (La  Generalitat), il quartiere Ensanche, dove ci sono i principali palazzi in stile “modernista”, i capolavoro di Gaudi come  La Sagrada Famiglia, Il Parco Güell, casa  Batlò e casa Millà ( la Pedrera). Prima  di abbandonare questa splendida città ,lasciatevi cullare  del gioco emozionante di musica  e luci  che regala la Fontana Magica de Montjuïc ,simbolo della città catalana.