Arte, Arte e ancora arte è l’essenza della nuova collezione A/I 20-21 di Tom Rebl. Una nuova stagione che prende ispirazione dalle illustrazioni della  londinese Kelly Anna, da Matisse e dal cubismo del primo ‘900, tutte suggestioni rivisitate con occhi contemporanei. Una parte della collezione privilegia le forme geometriche come le casacche da donna con le spalle quadrate, o le camicie da uomo con le spalle pronunciate verso l’esterno o come la fantasia black&white di alcuni pantaloni o le stampe di corpi in perfetto stile Matisse stampate ton sur ton o in oro a contrasto su felpe e sul retro di un capospalla.

 

Come per altre collezioni, anche in questa Tom Rebl crea una partnership con un’artista italiano d’avanguardia. Questa volta sceglie un’artista con il quale aveva collaborato già nel 2015: Perry Colante. Andrea “Perry Colante” Zonzini, grafico pubblicitario e illustratore classe 1981 originario di Rimini, vive e lavora a San Marino. Il suo linguaggio visivo minimalista e al contempo neo-pop lo rende perfetto per rappresentare il lato ironico e contemporaneo insito nella moda di Tom Rebl. Due le immagini stampate sulle felpe: la prima con due ragazzi protagonisti è intitolata Submission; mente l’altra che ha come protagonista lo stilista in prima persona si chiama Schweigen ist gold (Il silenzio è oro).

Altra collaborazione ormai consolidata è quella con la cappelleria  artistica di Pasquale Bonfilio, il talentuoso designer di origini pugliesi ma ormai naturalizzato milanese, che da 4 stagioni disegna i copricapi delle collezioni di Tom Rebl.

La collezione A/I 20-21 mantiene, e anzi sviluppa, la vestibilità proposta nella collezione S/S 20 con le giacche larghe e decostruite e le maniche scese e ampie, aggiungendo un mixmolto originale di materiali, texture e colori. Lo si vede bene nel cappotto di stagione in lana con le maniche di trapunta in viscosa lucida e tasche applicate in cotone, o nei pantaloni cropped di ispirazione motociclista. Uno dei contrasti più efficaci è senza dubbio quello tra tessuti con l’unione di fibre naturali come il cotone, la lana e la viscosa con il PVC.

 

E per i red carpet o per le serate glamour, una nuova versione del tuxedo con un tessuto damascato cangiante oro e argento dello stesso stile che ha indossato l’attore americano Billy Porter la notte di Capodanno a New Orleans durante il Dick Clark’s New Year’s Rocking Eve. Per essere i più belli del reame.