fbpx

1   +   8   =  

È un’esperienza gastronomica unica, di quelle da provare almeno una volta nella vita. La cucina di Massimo Bottura, patron del ristorante tristellato La Francescana di Modena, due volte al primo posto nella prestigiosa classifica dei The World’s Fifty Best Restaurant, sbarca in Toscana, a Chiusdino, in provincia di Siena, per conquistare gli ospiti del ristorante Borgo Santo Pietro Saporium all’interno del pluripremiato Borgo Santo Pietro in occasione di una cena irripetibile, da prenotare anche se non si è ospiti del resort, mercoledì 6 luglio. Un’opportunità irripetibile nata dall’incontro dello chef con Claus Thottrup proprietario della favolosa proprietà toscana.

Relais Borgo Santo Pietro,Località Palazzetto, Siena

Una location perfetta per ritagliarsi una vacanza in un contesto da sogno, immerso nel verde, lontano dalla frenesia cittadina. Disponibile per solo 20 fortunati ospiti, la cena è un percorso di 7 portate, che non mancherà di sorprendere i fortunati ospiti.

Non è finita. Continua infatti per questa stagione la collaborazione dello chef con lo yacht a vela Satori, sempre di proprietà di Claus Thottrup: una goletta di 41,5 metri con due motori da 600 cavalli e un equipaggio altamente qualificato di otto persone. In questo caso Bottura ha studiato un’esperienza culinaria di degustazione per un massimo di 10 ospiti. Il menu è a sorpresa, declinato in 7 portate, che includono i must dello chef. Sarà ancora più piacevole trascorrere il tempo in navigazione, a bordo di una barca unica nel suo genere, ispirata alla sobria eleganza degli anni ‘20 e ‘30, con dettagli in legno e ampie vetrate, con cinque lussuose camere per gli ospiti, tra cui una suite, un’ampia zona giorno, una zona lounge e un’area wellness con un bagno turco.

Cosa condividono Massimo e Claus? Entrambe credono nella filosofia dello slow living, quindi nel bisogno di rallentare e godersi con gli amici e la famiglia. “Oggi la qualità del tempo è fondamentale. Crediamo che le esperienze vadano godute al massimo. E per sostenere questa filosofia, abbiamo deciso di dare ai viaggiatori l’opportunità di includere nel soggiorno a Borgo un’esperienza davvero memorabile a bordo di Satori”.

“Fino a un anno fa io e Jeanette abbiamo viaggiato in tutto il mondo per gustare i ristoranti stellati Michelin”, ha detto Claus, “Ora siamo convinti che sia tempo di rallentare e di concentrarci sulla qualità del tempo che trascorriamo con i nostri cari e sull’importanza di apprezzare al massimo ogni esperienza. Per questo motivo abbiamo invitato Massimo e il suo team a salire a bordo con noi”.

Elisabetta Canoro